Procreazione assistita, limite a 46 anni

Saitta, Regione anticiperà prestazioni in attesa decreto Governo

(ANSA) - TORINO, 22 FEB - Il Piemonte porta a 43 a 46 anni il limite di età della donna per accedere alla procreazione assistita fornita dal servizio sanitario regionale. E raddoppia i cicli finanziabili, che da tre passano a 6. Lo annuncia l'assessore alla Sanità della Giunta Chiamparino, Antonio Saitta.
    "Il limite a 46 anni - rimarca Saitta - è previsto dai nuovi Lea, non ancora applicati dal Governo. Ho sollecitato più volte il Governo ad adottare un decreto sulle tariffe massime delle prestazioni, che consentirà la piena entrata in vigore dei nuovi Lea su tutto il territorio nazionale. In assenza di riscontri, in Piemonte anticiperemo l'erogazione delle prestazioni".
    Soddisfazione è stata espressa dall'assessora Monica Cerutti e dalla consigliera regionale Nadia Conticelli (Pd), la quale alza l'asticella: "ora - esorta - si estenda il servizio anche alla fecondazione eterologa".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere