Tav: Valsusa, tensioni davanti cantiere

Polizia risponde con lacrimogeni a pietre e petardi No Tav

(ANSA) - TORINO, 7 SET - Momenti di tensione questa sera in Valle di Susa, in occasione del campeggio No Tav nei pressi del cantiere della Torino-Lione. I manifestanti hanno acceso un falò, nonostante la zona fosse stata interdetta da ordinanza prefettizia, e hanno dato vita a un lancio di oggetti, razzi e bombe carta contro le forze dell'ordine schierate a protezione del cantiere di Chiomonte. La polizia ha risposto con idranti e lacrimogeni.
    Alla manifestazione hanno partecipato un'ottantina di manifestanti, provenienti da Torino e da diverse parti d'Italia.
    La Digos ne ha individuati una quarantina, tra cui lo storico leader di Askatasuna Giorgio Rossetto, già denunciato per reati analoghi e colpito dall'avviso orale del Questore Francesco Messina. Gli antagonisti verranno denunciati dalla Questura di Torino per accensione pericolosa, lancio di artifizi pirotecnici ed esplodenti, danneggiamento, inosservanza dei provvedimenti dell'autorità.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale