Turandot incompiuta a Regio Torino

Partitura originale di Puccini. Regia metafisica di Stefano Poda

(ANSA) - TORINO, 11 GEN - Il Teatro Regio di Torino mette in scena, dal 16 gennaio, una nuova 'Turandot' di Puccini, nella sua forma originale, incompiuta (senza il finale felice che generalmente viene aggiunto), con la regia metafisica e spettacolare di Stefano Poda. Sul podio il maestro Gianandrea Noseda (nominato ai 60th Grammy Awards, nella categoria Best Opera Recording) che ha espressamente voluto la versione 'incompiuta', già scelta in passato da tanti direttori, tra cui Toscanini, perché a suo dire 'più sincera e commovente'.
    Nel cast spiccano grandi artisti di fama internazionale: nel ruolo della protagonista, in alternanza, i soprani Teresa Romano e Rebeka Lokar, il tenore Jorge de León nei panni di Calaf e il soprano Erika Grimaldi come Liù. Questa 'Turandot' è anche il primo contributo del Regio di Torino al progetto europeo OperaVision, la piattaforma video interamente dedicata all'opera: l'opera sarà visibile in streaming gratuito dal 25 gennaio per sei mesi. E anche in diretta Rai-Radio3 la sera della prima.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale