E' morto a Torino Maurizio Braccialarghe

Da anni malato di tumore. Fassino, 'un uomo per bene e generoso'

(ANSA) - TORINO, 2 GEN - E' morto a Torino, nella sua casa, circondato dai suoi cari, Maurizio Braccialarghe, 60 anni, per anni assessore alla Cultura del Comune di Torino, quando sindaco era Piero Fassino, ex manager Rai. Da anni era stato colpito da un tumore al quale aveva reagito con forza, continuando anche, per diversi mesi, a lavorare come assessore, nonostante un forte indebolimento dovuto alle cure. Lascia la moglie Marta e i due figli, Giulia e Rocco.
    "Ci ha lasciato un uomo per bene e generoso con profondo senso delle istituzioni - ricorda Fassino - che ha dedicato energie, intelligenza e passione per fare di Torino una capitale della cultura. Chi come me ha avuto la fortuna di averlo al suo fianco oggi lo piange con profondo dolore". Prima di diventare assessore Maurizio Braccialarghe era stato direttore di Personale Rai, aveva lavorato per la Sipra, la concessionaria di pubblicità della tv pubblica, e per la Divisione Radiofonia Rai, di cui è stato direttore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale