Insulti razzisti,respinto ricorso agente

Frasi irriguardose anche verso Boldrini diventate virali su web

(ANSA) - TORINO, 9 NOV - "Manca di capacità di autocontrollo, che invece si deve ragionevolmente pretendere da un organo di polizia": questa la motivazione per cui il Tar del Piemonte ha respinto la domanda di reintegro del poliziotto sospeso dalla scorsa estate per avere diffuso, durante un intervento, un video con espressioni a sfondo razzista e con frasi ingiuriose nei confronti della presidente della Camera, Laura Boldrini.
    L'episodio risale allo scorso luglio. L'agente, in servizio alla Stradale di Susa, filmò un immigrato che stava scortando fuori dall'autostrada, che l'uomo aveva imboccato in bicicletta.
    "Le risorse della Boldrini, ecco come finirà l'Italia" aveva ironizzato l'agente. "Voi che amate la Boldrini, voi che avete voluto questa gente. Ve li ritroverete tutti su una Graziella in Italia a comandare".
    Il filmato era finito sui social network ed era diventato virale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale