A scuola gruppo acquisto solidale 2.0

Nel centro di Torino creato dalla start up nata l'anno scorso

(ANSA) - TORINO, 16 MAR - Un 'Gruppo di acquisto solidale 2.0' in una scuola, che diventa così luogo di distribuzione dei prodotti freschi degli agricoltori locali, per studenti e insegnanti ma anche per tutti gli abitanti del quartiere. E' nato oggi nel centro di Torino, all'Istituto Comprensivo Niccolò Tommaseo per iniziativa di 'Alveare che dice Sì', la start up che ha creato un modo di vendere e comprare i prodotti locali utilizzando il web.
    L'iniziativa - spiega Eugenio Sapora, founder dell'Alveare - è un punto di partenza per una serie di progetti legati alla sostenibilità alimentare. Gli agricoltori potranno parlare con i giovani nelle classi, con lezioni anche pratiche: l'idea è di insegnare come si impasta il pane, coinvolgerli nella preparazione dei prodotti freschi. Arrivare all'interno delle scuole - prosegue Sapora - è un passo davvero importante. In Piemonte il numero di Alveari sta crescendo a vista d'occhio: a fine 2016 erano 24, ora siamo arrivati a 37, di cui 16 a Torino, tra aperti e in costruzione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

La social tv del Consiglio regionale