Mons.Nosiglia,su giovani serve strategia

Voucher non bastano, Stato pensi a programmazione nazionale

(ANSA) - TORINO, 19 NOV - "Da parte dello Stato occorre una strategia sui giovani meno assente sul piano delle programmazioni nazionali". Parla di "strategia e programmazione, non solo di provvedimenti a volte validi ma volti a dare soluzioni provvisorie come ad esempio i voucher e che garantiscono tutt'al più un lavoro saltuario" l'arcivescovo di Torino Cesate Nosiglia nel suo intervento in apertura della seconda assemblea pubblica dell'Agora' del Sociale. "Comprendo - aggiunge - che politicamente la via intrapresa che privilegia gli anziani e le fasce intermedie appare più produttiva dal punto di vista del consenso, ma in realtà può risultare miope e destinata a fallire privando i giovani del diritto a realizzare la propria vita attraverso il lavoro, senza il quale qualunque progetto personale o sistema previdenziale futuro è destinato al fallimento".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale