Coltellate dopo lite, omicida confessa

Torino. Fermato italiano 66 anni, ha consegnato arma delitto

   E' stato fermato nella notte il responsabile dell'omicidio di Claudiu Gheorghe Astanei, il romeno di 30 anni ucciso ieri sera a Torino con 14 coltellate.

    Dopo essersi costituito, Michele Rignanese, 66 anni, ha confessato di avere accoltellato la vittima al culmine di un litigio per futili motivi, forse collegati all'abuso di alcol.
   

   L'uomo ha anche consegnato l'arma del delitto, un coltello da cucina con una lama di 16 centimetri.
     
   L'omicidio in piazza Bottesini, nel quartiere Barriera di Milano. La vittima è morta sul posto. Rignanese, che alcuni testimoni hanno visto fuggire, si è presentato poco dopo ad una stazione dei carabinieri. L'arresto nella notte, dopo essere stato interrogato dal pm Marco Gianoglio, che coordina le indagini. I rilievi sono stati effettuati dalla polizia scientifica della questura.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale