Insegnante scomparsa: fermati, accusa è omicidio volontario

(ANSA) - TORINO, 19 FEB - Omicidio volontario e occultamento di cadavere: queste le accuse con cui i carabinieri hanno fermato Gabriele Defilippi e Roberto Obert nell'ambito dell' inchiesta sulla morte dell'insegnante di Castellamonte Gloria Rosboch. I militari dell'Arma li hanno portati negli uffici della caserma dei carabinieri di Ivrea (Torino), dove ad interrogarli ci sono il procuratore capo Giuseppe Ferrando e il comandante del Nucleo investigativo dei carabinieri di Torino, tenente colonnello Domenico Mascoli. Sul luogo del ritrovamento del cadavere anche il comandante provinciale dell'Arma, colonnello Arturo Guarino. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale