Contromano 4 morti, omicidio volontario

Il fatto nel 2011 su A26. Cassazione aveva annullato sentenza

(ANSA) - TORINO, 20 GEN - E' stato condannato a 18 anni e 4 mesi di carcere per omicidio volontario l'albanese Ilir Beti, che nel 2011 sfrecciando contromano e ubriaco sull'autostrada A26 provocò, in territorio Alessandrino, un incidente in cui morirono quattro giovani francesi e un quinto rimase ferito. La sentenza è della Corte d'Assise d'Appello di Torino. La Cassazione aveva annullato la precedente condanna per omicidio volontario, e oggi la procura generale aveva chiesto 14 anni e 8 mesi per omicidio colposo. I parenti dei quattro giovani francesi morti nell'incidente hanno accolto la decisione dei giudici, fuori dall'aula del Palagiustizia di Torino, con lacrime e applausi. La decisione della Corte, anche alla luce della richiesta della procura generale, è stata invece definita "sorprendente" dalla difesa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale