A tavola voglia di leggerezza e cibi freschi

Cambia anche il latte, quello fresco oggi è delattosato

Redazione ANSA

TERMOLI (CAMPOBASSO) - L'aumento delle intolleranze alimentari nella popolazione attestato dal 15 al 30 per cento, l'attenzione delle famiglie al consumo di cibi sani, il dilagare del wellness, la voglia di benessere con la ricerca di ingredienti semplici, stanno cambiando il ‘sentiment’ degli italiani a tavola. Le abitudini stanno evolvendo verso un nuovo motto: ‘less is more’, leggerezza, prodotti naturali freschi e a km zero. Una sorta di ritorno al passato ma con un occhio attento alle novità, ai cibi salutistici, all'utilizzo di alimenti facilmente digeribili. Questo in un quadro in cui i consumi stanno leggermente risalendo ma questo non in tutti i segmenti. Secondo una ricerca commissionata dalla Del Giudice, si mangia la stessa quantità di cibo degli anni ‘70 ma la dieta alimentare è nettamente cambiata. Quello che cresce maggiormente è il segmento del cibo Bio (+ 20% all’anno) “perché buono, sano, rispettoso dell’ambiente”; a seguire crescono i cibi “della rinuncia” (vegetariani, vegani, senza lattosio, light) e i cibi etnici. Il mercato del Latte Fresco presenta un trend leggermente decrescente (-3 %). Di contro il segmento del Latte Fresco Bio è in crescita (+5%) e +7% per quello del Latte Delattosato; il segmento delle bevande vegetali cresce molto (+23%).

La tradizione unita alla ricerca, è riuscita ad ottenere un nuovo prodotto che risponde all’esigenza di unire la salute con il gusto bypassando la questione delle intolleranze nei confronti del latte fresco, di mozzarella, ricotta e formaggio fresco. La rivoluzione a tavola è stata pensata e realizzata dall’azienda Del Giudice di Termoli, impresa produttrice di latte e derivati dal 1898, che ha fatto del made in Italy un brand irrinunciabile a partire dai pascoli.
I dati della ricerca sugli italiani, il latte e sui consumi saranno presentati SABATO 26 NOVEMBRE ALLE 11,00 a TERMOLI (Campobasso) nello Stabilimento Del Giudice, in via Giulio Pastore, NUCLEO INDUSTRIALE. Nel corso della conferenza stampa saranno resi noti anche i nuovi prodotti dell’azienda. La novità è rappresentata dal fatto che i delattosati sono, da oggi, prodotti freschi.

“Intolleranza al lattosio non vuol dire allergia al latte che è dovuta, invece, a una reazione del sistema immunitario dell'organismo alle proteine presenti in esso. Secondo l'Eurispes, in Italia 4,2 milioni di persone sono intolleranti al lattosio. Dal 15 al 30% della popolazione manifesta tale situazione mentre 7 italiani su 10 dichiarano semplicemente di non digerirlo. Oggi anche costoro possono consumare prodotti freschissimi senza avere nessuna conseguenza”, spiega Erika Del Giudice, responsabile marketing dell'azienda di Termoli.

L'impresa molisana, fondata dai fratelli Nicola, Vittorio e Ferdinando Del Giudice, ha uno stabilimento produttivo nel centro adriatico dove produce 50 mila litri di latte al giorno confezionato in 6 tipologie di fresco diverse rifornendo migliaia di attività tra Molise, Abruzzo, Puglia e Campania dove è presente con centri fresco.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: