Marche, calo nuovi casi Aids,27% giovani

Ceriscioli, malattia non più mortale ma non abbassare guardia

(ANSA) - ANCONA, 2 DIC - Diminuisce l'incidenza dell'Aids nelle Marche con 70 nuovi casi registrati nel 2018 (dieci di residenti marchigiani segnalati in altre regioni), rispetto ai 91 del 2017, ai 115 del 2016 e ai 72 del 2015. Colpisce soprattutto i giovani tra i 20 e i 29 anni (27%), persone di sesso maschile (75%) e di nazionalità italiana (68%); nel 95% dei casi si è trasmesso per via sessuale. Lo attestano i dati della Commissione regionale Aids, resi noti ad Ancona in un incontro promosso dalla Regione Marche in occasione della Giornata mondiale contro l'Aids. Il virus viene trasmesso nel 63% dei casi per via eterosessuale (35,5% maschi; 25,5% femmine) e nel 32% omosessuale tra maschi. Tra le donne la trasmissione sessuale costituisce l'unica fonte di rischio registrata negli ultimi due anni; tra gli uomini la trasmissione eterosessuale supera la omosessuale (50% e 43%). "Il virus - ha detto il presidente Luca Ceriscioli - grazie ai nuovi farmaci non è più mortale ma questo ha depotenziato la percezione dei rischi".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere