Nuova azienda dopo bancarotta, sequestri

Gdf Ancona, divieto esercizio impresa per due fratelli indagati

(ANSA) - ANCONA, 9 NOV - Divieto per un anno di esercitare imprese o uffici direttivi in persone giuridiche per due fratelli di 66 e 56 anni indagati per la bancarotta di una società di Ancona attiva nel settore costruzioni e dichiarata fallita nel 2017. Il provvedimento cautelare emesso dal gip di Ancona è stato eseguito dai finanzieri del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Ancona a carico degli interessati indagati con altre quattro persone per bancarotta fraudolenta e trasferimento fraudolento di valori a una nuova società con pregiudizio dei creditori, rappresentati in particolare dall'erario, relativamente a passività accumulate per 2,5 milioni di euro. I finanzieri hanno anche sequestrato le quote e il patrimonio della nuova società - asset per circa 250mila euro - e hanno perquisito gli immobili nella disponibilità degli indagati con sequestro di materiale utile alle indagini. Per l'accusa, amministratori di fatto e diritto della ditta fallita, avrebbero distratto ingenti risorse travasandole nella nuova impresa.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere