Procura, importi corruzione 40mila euro

'Indagine in fase embrionale' ma diversi appalti ai 'raggi x'

(ANSA) - ANCONA, 8 NOV - E' di circa 40 mila euro l'importo del 'prezzo' della corruzione contestato per ora dalla Procura di Ancona - procuratore aggiunto Valentina D'Agostino e pm Ruggiero Dicuonzo coordinati dal procuratore Monica Garulli - a Simone Bonci, 46 anni, geometra istruttore del Comune di Ancona finito in carcere per l'accusa di corruzione aggravata, mentre 4 imprenditori sono ai domiciliari nell'inchiesta "Ghost jobs" su presunti appalti aggiustati e lavori 'fantasma' tra il 2018 e quest'anno. Il geometra avrebbe ricevuto materiale per un bagno e oggetti hi tech (tra cui una videocamera). Eseguite 10 perquisizioni e altre 30 persone risultano indagate a vario titolo, tra cui quattro assessori, per abuso d'ufficio, falso materiale e ideologico in atto pubblici, turbata libertà degli incanti e in materia ambientale, truffa aggravata e rifiuto atti d'ufficio. Gli inquirenti parlano di "indagini in fase embrionale" e di "responsabilità penale personale" ma intanto sono finiti nel mirino molti appalti dell'ultimo anno.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere