Carloni: 'Da Salvini scossa alla Fano-Grosseto'

'Le Marche non possono continuare a vivere in isolamento'

(ANSA) - ANCONA, 25 LUG - "Finalmente Salvini ha dato la scossa alla Fano-Grosseto e dopo anni di inerzia si sblocca una infrastruttura fondamentale per il nostro territorio, rimasta ferma per decenni. Ora si lavori per sbloccare il tratto marchigiano della Guinza e il ministro Toninelli nomini subito il commissario straordinario come promesso". Con queste parole il consigliere regionale Mirco Carloni commenta l'annuncio del vicepremier Matteo Salvini del finanziamento di 161 milioni di euro per il raddoppio da 2 a 4 corsie della strada E78 Grosseto-Fano con l'approvazione del progetto definitivo del nono lotto.
    "Per interi decenni - continua infrastrutture - agli impegni non sono mai seguiti fatti concreti che potessero dare fine al completamento di una delle infrastrutture più importanti del centro Italia. Questo finanziamento riguarda il tratto che andava completato in Toscana ed ora manca all'appello solo il lotto marchigiano. Le Marche non possono continuare a vivere in isolamento per colpa del deficit infrastutturale accumulato negli anni. La Fano Grosseto rappresenta un asse di collegamento Tirreno-Adriatico fondamentale per i cittadini e le imprese marchigiane, un' opportunità unica per rilanciare l'intera economia della provincia, a cominciare dall'area interna a cavallo tra Umbria e Marche, creando un collegamento naturale Ancona, Urbino, Roma e la costa tirrenica".
    "Peccato che, mentre Salvini si è adoperato per lo sblocco delle risorse per quest'opera, purtroppo il ministro alle infrastrutture Toninelli non abbia provveduto e dato ancora seguito all'impegno di nominare il commissario straordinario con pieni poteri decisionali per sbloccare il lotto marchigiano della E78 che coinvolge la galleria della Guinza. Speriamo - conclude Carloni - che ciò accada presto, perché il completamento di quest'opera riguarda la prospettiva ed il futuro economico del nostro territorio". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA