Esalazioni da opificio, sequestri Noe

Operazione Cc a Castelferretti, ipotizzato inquinamento ambiente

In seguito a segnalazioni su emissioni odorigene nella zona tra Falconara Marittima e Castelferretti, i carabinieri del Noe di Ancona hanno perquisito un locale opificio che opera nel campo del trattamento e dello smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. Gli investigatori, coordinati dalla Procura di Ancona, ipotizzano la sussistenza di reati d'inquinamento ambientale e getto pericoloso di cose. All'accesso hanno collaborato militari del Nucleo radiomobile di Ancona, vigili del fuoco e funzionari dell'Arpam. Questi ultimi hanno compiuto rilievi tecnici irripetibili con dotazioni sofisticate, utilizzando un liquido tracciante colorato per individuare i punti di emissione e di collettamento alla rete fognaria e a un torrente d'acqua nelle vicinanze dell'impianto. Sono stati sottoposti a sequestro probatorio un server degli apparati informatici aziendali, documentazione sulla tracciabilità dei rifiuti in ingresso e in uscita, e certificazioni di rilevamento della qualità dell'aria.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere