Inrca ha 50 anni, lancia tecnoassistenza

Mezzo secolo di Irccs, storia da celebrare e nuovi orizzonti

L'Inrca (Istituto Nazionale di Ricovero e Cura Anziani) di Ancona celebra i 50 anni dal riconoscimento come istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs), ma guarda al futuro e lancia il primo progetto in Italia di tecnoassistenza con monitoraggio quotidiano a casa del paziente anziano. Nato nel 1844 come ospizio per anziani poveri, negli anni '60 ha avuto i primi riconoscimenti nazionali, nel 1964 ha inaugurato l'ospedale geriatrico 'Sestilli' di Ancona, nel 1968 è diventato Irccs. Ora è un centro di ricerca e sperimentazione per tutti i problemi dell'invecchiamento, dalle terapie ai modelli di assistenza, fino alla qualità della vita quotidiana. Un tema di attualità nelle Marche (al top per longevità) e in Italia, secondo il presidente della Regione Luca Ceriscioli: "si può vivere a lungo, abbiamo tanti ultracentenari, ma bisogna anche vivere bene". Il 18 e il 19 di ottobre saranno dedicati alle celebrazioni con "longevity check up" per la popolazione e un convegno di esperti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere