Picchia moglie e viene arrestato

Figlia 12enne chiama Cc. Lui ai domiciliari lontano da famiglia

I carabinieri di Urbania hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 40enne marocchino residente in città che fin dal 2008 usava violenza nei confronti della moglie, connazionale, costretta a vivere da reclusa e in stretta osservanza musulmana. Ieri sera, l'ennesima angheria per gelosia. L'uomo ha preso una sedia e ha sferrato dei colpi alla schiena della moglie. Di fronte alla scena, la figlia maggiore, di 12 anni, si è nascosta in una stanza ed ha afferrato un telefono chiamando il 112. I carabinieri hanno bloccato il 40enne, dichiarato in arresto per lesioni e maltrattamenti. Pochi mesi fa, aveva rotto il setto nasale alla moglie che ha mentito in ospedale, dicendo di essere caduta da sola. Il giudice ha convalidato l'arresto, disponendo per il 40enne la misura degli arresti domiciliari da parenti che vivono lontano da Urbania. Non potrà rivedere la donna e i bambini. Il processo è stato rinviato per i termini di legge.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere