Torna 'Il Giuramento degli Anconetani'

Maxi dipinto Podesti di metà '800 danneggiato da guerra e tempo

Torna ad Ancona dopo sette mesi di restauro a Roma la grande tela di 5,10 metri per 3,85 dipinta da Francesco Podesti (1800-1895) 'Il giuramento degli anconetani'.
    Ad accoglierla in una cerimonia nella Pinacoteca intitolata all'artista, un folto pubblico e le autorità con la sindaca Valeria Mancinelli, che ha definito l'opera "il simbolo della città e delle sue radici storico-culturali". Realizzato su commissione del Comune l'olio su tela si colloca sull'onda di moti insurrezionali del 1831, 1848, 1849 e si riferisce all'assedio del 1173 di Ancona, allora Repubblica marinara indipendente, da parte delle truppe di Cristiano di Magonza, luogotenente di Federico Barbarossa, e dalla flotta veneziana sua alleata: 'fotografa' il momento in cui i consiglieri e il popolo, spronati da un senatore centenario, giurano di resistere fino alla morte. Esposto a Londra e Parigi nell'800 non era mai stato restaurato. L?intervento grazie anche al finanziamento di Coop Alleanza 3.0 con il progetto 'Opera tua' 2017.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA