Appello città Marche per sblocco fondi

Sindaci capoluoghi e parlamentari,rimettere in moto investimenti

"Ragioni di buon senso e di esigenze territoriali impongono una soluzione al problema che si è creato con il voto al Senato.
    Occorre rimettere in cammino gli investimenti, è interesse di tutti". E' il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli a lanciare l'appello "trasversale" dopo lo stop al bando per 96 progetti di varie città italiane: nelle Marche sono in bilico lavori per circa 70 milioni di euro. La richiesta accorata, in vista dell'approdo del decreto alla Camera l'11 settembre, arriva da giunte di colore politico diverso (Ancona, Macerata e Pesaro di centrosinistra, Fermo civica, Urbino civica legata al centrodestra) dopo una riunione anche con alcuni parlamentari marchigiani. Erano presenti i deputati Francesco Acquaroli (Fdi) e Mario Morgoni (Pd), il consigliere comunale Fdi Carlo Ciccioli, i sindaci Maurizio Gambini (Urbino) e Romano Carancini (Macerata), sindacati, associazione di industriali, artigiani e commercianti. Hanno aderito all'incontro (ma oggi non c'erano) Simone Baldelli (Fi), Alessia Morani (Pd) e Luca Paolini (Lega). No dai parlamentari M5s.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere