Incendi, sequestro impianto rifiuti

In corso monitoraggio aria e suolo

Sigilli alla Orim, l'azienda di Piediripa di Macerata che tratta rifiuti speciali andata a fuoco ieri pomeriggio per cause in fase di accertamento. L'incendio è stato domato nel giro di tre ore, ma dal sito si è levata una altissima nuvola di fumo nero visibile a km di distanza. Le operazioni di bonifica sono andate avanti sino alla tarda mattinata, quando sono arrivati i carabinieri per sottoporre l'area a sequestro. In corso - annuncia l'assessore regionale all'Ambiente Angelo Sciapichetti - il monitoraggio dell'aria da parte dell'agenzia ambientale Arpam, che proseguirà nei prossimi giorni". Sulla base della direzione prevalente dei venti e da riscontri effettuati in tempo reale, l'Arpam ha delimitato "la possibile area di ricaduta degli inquinanti in modo da effettuare campionamenti mirati di ortaggi e suoli". Diossine, Furani, PCB, IPA e Metalli al centro delle analisi. Per l'amministratore della Orim Alfredo Mancini, i sistemi di prevenzione dell'azienda "sono di qualità certificata".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA