Patto Ricostruzione e Sviluppo Marche

1,7 mld investimenti per 94 progetti e 10 mila posti lavoro

Oltre un miliardo e 700 milioni euro per 94 progetti da attuare nelle zone delle Marche colpite dal terremoto, che si stima possa creare 10 mila nuovi posti di lavoro. E' il Patto per la Ricostruzione e lo Sviluppo illustrato nella sede dell'Istao di Ancona. "Oltre alla ricostruzione materiale degli edifici lesionati - ha spiegato il presidente della Regione Luca Ceriscioli - occorre ricostituire il tessuto produttivo, occupazionale e infrastrutturale di quelle zone, compresi i servizi ai cittadini, per evitare lo spopolamento. Un'operazione che non può attendere per il rischio che queste opportunità vengano cancellate, ma che deve essere realizzata in base a linee strategiche concordate con i soggetti interessati: parti sociali, Comuni, associazioni di categoria, università e centri studi, dando luogo a progetti specifici da sottoporre alla Ue e al Governo per essere finanziati". Il Patto nasce dall'iniziativa del Consiglio regionale, che ha elaborato linee guida insieme alla Università marchigiane.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere