Demolito sperone di roccia instabile

Operazione a Genga coordinata Prefettura Ancona, linea Fs chiusa

Uno sperone di roccia instabile di 1.500 metri cubi a Potechiaradovo di Genga (Ancona) è stato demolito dopo un monitoraggio in ricognizione con droni.
    L'operazione portata a termine dai vigili del fuoco era stata preceduta da verifiche con il monitoraggio della parete di roccia e dell'area limitrofa del personale Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) dei pompieri necessarie alla pianificazione e alla sicurezza dell'intervento. Durante l'intervento sono stati evacuati i residenti poi rientrati. Alle operazioni, coordinate dalla Prefettura di Ancona nell'ambito del Coc, hanno partecipato Regione, Comune di Genga, Gruppo Ferrovie dello Stato, Enel, forze dell'ordine, di Protezione Civile e il Soccorso alpino. Per la demolizione sono state usate delle cariche esplosive di una ditta specializzata. Sono seguite verifiche da terra e con droni per monitorare lo stato di luoghi e infrastrutture. La linea ferroviaria sottostante della tratta Ancona - Roma è stata chiusa durante l'intervento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA