Proiettile a cacciatore, condanna 70enne

Querelle assegnazione zone, individuato da Squadra Mobile Ancona

"Farai la fine del solengo", ossia il cinghiale lontano dal branco. Il messaggio accompagnava la lettera contenente due cartucce di fucile Winchester cal. 30-06, di cui una sparata, arrivata al presidente di un'associazione di cacciatori della provincia di Ancona. Le indagini della Squadra Mobile, coordinate dalla Procura, hanno permesso di individuare il 70enne responsabile delle minacce, che è stato poi condannato dal Tribunale con decreto a una sanzione pecuniaria. Verrà privato della licenza di caccia e denunciato per non aver denunciato l'esatta ubicazione del fucile incriminato. La vicenda nasce da una disputa tra cacciatori riguardante l'assegnazione delle zone di competenza di caccia in Vallesina.
    Dopo la denuncia sporta dal destinatario dell'intimidazione, gli agenti avevano sequestrato 30 fucili durante 22 perquisizioni.
    Il fucile trovato al 70enne, in base a una perizia balistica del Gabinetto di Polizia scientifica, è risultato lo stesso da cui era stata sparata la cartuccia inviata.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere