Nasce tiny house aVoid, Ica nel progetto

L'ha inventata ingegnere marchigiano, verrà esposta a Berlino

(ANSA) - MACERATA, 26 OTT - E' un marchigiano, l'architetto e ingegnere pesarese Leonardo Di Chiara, 26 anni, l'ideatore della prima abitazione mobile tutta italiana. Si chiama aVoid ed è una tiny house, ovvero una casa minuscola, alta 4 metri, lunga 5 e larga due, che è esposta fino a marzo 2018 nel Museo del Design di Berlino. Oltre a rivoluzione il concetto di esperienza abitativa in 9 mq, il progetto si basa sulla sostenibilità ambientale. Ed è qui che entrano in gioco aziende che stanno puntando il loro sviluppo sul risparmio del pianeta, come Ica Group. L'impresa di Civitanova Marche ha fornito al giovane architetto le proprie vernici 'bio', ottenute da sostanze vegetali di scarto. Oltre al legno, Di Chiara ha utilizzato materiali come il vetro, un tessuto resistente alle piogge e un rivestimento in lamiera acciaio inox. Il riscaldamento viene ottenuto dall'energia solare. "Ora stiamo lavorando al processo di industrializzazione - spiega - mentre sto perfezionando gli impianti elettrici e idrici della casa".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere