Mons. Spina, incendi chiese offesa città

Tutti invitati a vigilare perché episodi simili non si ripetano

 ''Le chiese sono luoghi di culto e ogni gesto compiuto contro di esse è un atto sacrilego che offende i fedeli nel loro credo e l'intera comunità civile per la valenza identitaria, la bellezza artistica, architettonica, storica e culturale che tali luoghi significano''. Lo scrive l'arcivescovo di Ancona Osimo mons. Angelo Spina, commentando i due piccoli incendi appiccati da ignoti in altrettante chiese del capoluogo. ''Tutti veniamo inviati a vigilare affinché tali gesti non abbiano a ripetersi'' dice il vescovo.
    "Ho appreso con amarezza degli episodi che si sono verificati in due chiese, quella degli Scalzi e quella del Sacramento in Ancona, in cui è stato dato fuoco ad una tovaglia di altare e alla tenda di un confessionale'' dice l'arcivescovo. ''Mentre sono in corso le indagini, per accertare l'autore del sacrilego gesto, esprimo vicinanza ai parroci e alle comunità parrocchiali''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere