Spina,parrocchia comunità no supermarket

Per presule 'agenda H24, voglio incontrare tutti'

Promette di avere "un'agenda H24" e di volere "parlare con tutti e ascoltare tutti" il nuovo arcivescovo di Ancona Osimo mons. Angelo Spina, perché non bastano "le cose che si leggono sui libri o che vengono dall'informazione" - ha detto durante un incontro con la stampa - serve il contatto diretto. La sua agenda è già fitta di impegni, compreso l'ingresso solenne a Osimo domenica prossima.
    Tra le sfide del suo lavoro pastorale, il presule vede la necessità per tutta la società di "camminare insieme", con la consapevolezza delle differenze, ma "senza cedere alla paura e rinchiudersi nell'egoismo". E nella vita parrocchiale, "ogni battezzato deve fare la sua parte perché un parroco non è un tuttologo", la parrocchia deve essere "comunità, non un supermarket religioso". Ambiente, accoglienza (che va legata a "prudenza, integrazione e legalità") i temi più caldi, senza dimenticare il terremoto che accomuna Marche, Abruzzo e Molise, le tre regioni legate al nuovo arcivescovo, molisano e già vescovo di Sulmona.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere