Processo Butungu rinviato al 17 ottobre

Tribunale collegiale concede i termini a difesa congolese

Sarà un processo veloce, quello a Guerlin Butungu, il congolese di 20 anni arrestato il 3 settembre per i due stupri di Miramare, nella notte tra il 26 e 27 agosto: quello sulla spiaggia del bagno 130 ai danni di una turista polacca e quello in strada di una prostituta transessuale peruviana. Il processo - che è partito oggi per direttissima - è stato rinviato al 17 ottobre perché il Tribunale Collegiale di Rimini ha concesso i termini per la difesa e i tempi per la trascrizione integrale della confessione che il congolese ha reso lo scorso 3 settembre nel carcere di Pesaro dove è detenuto. Poi con ogni in probabilità i difensori dell'imputato chiederanno il rito abbreviato, arrivando ad una condanna in primo grado in tempi rapidissimi. Il congolese è accusato non solo delle due violenze sessuali di Miramare tra il 26 e 27 agosto, ma anche dell'aggressione e della rapina dell'orologio ai danni dell'amico della ragazza polacca, della rapina di un cellulare ai danni di due giovani di Bologna avvenuta qualche ora prima degli stupri a Miramare e della rapina e dell'aggressione sessuale ai danni di una coppia di turisti milanesi, la notte del 12 agosto. Reati commessi tutti con la complicità dei tre minorenni. Nelle accuse per Butungu infatti anche la cessione di droga ai complici minorenni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere