Merkel, dolore immane perdere la casa

Merkel, noi grati ad Amatrice per amatriciana

"Deve essere un dolore immane perdere la propria casa". Lo ha detto Angela Merkel incontrando il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, stamane in Cancelleria a Berlino. Con una delegazione italiana, il primo cittadino è arrivato nella capitale tedesca per ringraziare la Germania della donazione fatta dopo il terremoto. "Sì - ha risposto il sindaco - è come una guerra". Merkel ha assentito: "Una guerra che non si può evitare con i negoziati". "Noi siamo tutti grati ad Amatrice per l'amatriciana", ha aggiunto la Merkel. "La Germania è stato l'unico Paese europeo ad aiutare Amatrice", ha sostenuto il primo cittadino di Amatrice. Berlino ha donato 6 milioni di euro. La cancelliera ha molto apprezzato gli omaggi ricevuti: una felpa "per le sue passeggiate in montagna", ed una medaglia per ringraziare la donazione tedesca arrivata alla comunità di Amatrice dopo il terremoto. "La Germania è stato l'unico Paese europeo ad aiutare Amatrice, ha detto il primo cittadino di Amatrice. Berlino ha donato 6 milioni di euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere