Marche: Popolari per l'Italia, Udc ci vuole cancellare

Ci ritiriamo da lista centrista

(ANSA) - ANCONA, 24 APR - ''La decisione degli esponenti dell'Udc d'imporre il loro simbolo all'alleanza elettorale per la quale i Popolari per l'Italia si erano impegnati ci costringe a ritirare la nostra disponibilità alla formazione di una lista di coalizione alle prossime elezioni regionali''. Lo affermano il coordinatore regionale del Ppi, Roberto Giannotti, il consigliere regionale Sandro Donati e i responsabili provinciali, Daniele Gallerini, Marco Curzi, Iuliano Salvatori e Stefano Santoro. ''La nostra scelta - spiegano in una nota - è un atto di coerenza rispetto ai valori ai quali facciamo riferimento, che aveva portato alla definizione di un progetto politico d'ispirazione moderata in grado di rappresentare la voglia di cambiamento dei marchigiani e l'esigenza di riscossa delle 'periferie' sul piano del riequilibrio delle politiche regionali, per ovviare alla oggettiva condizione di 'marginalizzazione' delle province di confine e soprattutto un gesto di profondo rispetto nei confronti dei tanti elettori che in questa fase avevano condiviso e sostenuto sul piano delle proposte programmatiche e della formazione delle liste circoscrizionali, tale proposta''.
    ''Il voltafaccia degli esponenti dell'Udc marchigiano - affermano i Popolari per l'Italia - è un atto d'infantilismo politico, funzionale solo a soddisfare logiche territoriali e personali più che puntare a raggiungere un risultato migliore che allontana la prospettiva della ricomposizione, sul fronte moderato, di un'area politica in grado di affermare i valori del popolarismo sociale e democratico''. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere