Silvia Pinelli: 'Milano è antifascista'

'Mio padre Pino era un pacifista che credeva nell'uomo'

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - "Dopo 50 anni arriva questo gesto che ci ricorda che Milano è e resta una città antifascista e ricorda Pino l'anarchico con un gesto importantissimo". Così Silvia una delle figlie di Giuseppe Pinelli, il ferroviere anarchico coinvolto ingiustamente nelle indagini sulla strage di piazza Fontana e che morì cadendo da una finestra della Questura di Milano, ha commentato la piantumazione di una quercia rossa che il Comune ha deciso per ricordare suo padre a 50 anni dalla strage.
    "Mio padre era un anarchico, l'aveva sposata l'anarchia e ne aveva fatto il suo modo di vivere e di rapportarsi in famiglia e fuori - ha aggiunto -: era un pacifista che credeva nell'uomo e nei suoi valori. Si è sempre impegnato per questo".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa