Picnic day, i consigli dell'esperto

Decidere prima cosa portare e attenzione alle quantità

(ANSA) - MILANO, 18 GIU - "Decidere prima, a tavolino, cosa portare e come suddividere tra tutti le portate, così da approcciare il picnic in maniera più equilibrata". E' il punto di partenza suggerito da Giuseppe Fatati, coordinatore scientifico dell'Osservatorio Nestlé - Fondazione ADI, in occasione del World Picnic Day che si celebra oggi in tutto il mondo.
    Per evitare che si trasformi in una grande abbuffata, bisogna ricordare che picnic deriva dalle parole francesi piquer (spiluccare) e nique (cosa di poco conto), ma spesso si eccede in quantità, assaggiando un po' di tutto da tutti. "Via libera a macedonie di frutta, verdura cruda, insalata di pasta o di riso! Salumi, roastbeef, frittate, torte salate valgono come un secondo piatto più che come antipasti. E come tali vanno calcolati nel totale del pranzo, sia per apporto calorico sia per impegno digestivo", commenta Fatati.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa