Caso Bakayoko mondiale 'intervenga Fifa'

Rete antirazzismo Fare: "Servono misure speciali in Italia"

(ANSA) - LONDRA, 26 APR - Dura presa di posizione da parte dei gruppi internazionali contro il razzismo nel calcio, che hanno chiesto a Fifa e Uefa di predisporre "speciali misure" per l'Italia, dove intolleranza e discriminazione sono diventati "un grande problema". L'intervento di Fare - la rete di associazioni contro il razzismo nel calcio europeo - segue quanto accaduto a San Siro dove Bakayoko e Kessié sono stati presi di mira con insulti razzisti dai tifosi della Lazio. Di fronte alle promesse di Serie A e Federcalcio, Fare - scrive il Times - si è detta scettica che il sistema calcio italiano sia in grado di affrontare adeguatamente il problema. "Non crediamo che possa cambiare questa situazione - ha dichiarato Piara Powar, a capo di Fare -. Abbiamo già sentito in passato simili promesse, ma le sanzioni e punizioni fin qui adottate si sono dimostrate inconsistenti. Il nostro appello ora è rivolto a Uefa e Fifa affinché assumano speciali misure. Per noi l'Italia rappresenta un grande problema".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa