Malpensa, migrante giù da aereo e scappa

Piste chiuse per un'ora per motivi di sicurezza, uomo in fuga

Aeroporto di Malpensa in tilt, con i voli in arrivo dirottati e quelli in partenza ritardati, per la fuga di un cittadino egiziano, che alle 19.30 si è lanciato dal portellone posteriore dell'aereo che lo doveva riportare a Dakar. Una volta in pista, l'uomo si è messo a correre e non è ancora stato trovato.

    Il trentenne egiziano era arrivato a Malpensa domenica da Dakar e doveva proseguire per Il Cairo. Mentre era in transito, è stato fermato per un controllo dagli agenti della polizia di stato di Malpensa. Non aveva con sé i documenti e per questo è partita la procedura di respingimento. Quando il personale di volo ha tolto la scaletta prima del decollo, ha deciso di approfittare di un attimo di distrazione di una hostess per lanciarsi dal portellone rimasto aperto.

Il gestore dello scalo, per motivi di sicurezza, ha immediatamente chiuso le piste. Alle 20.20, su decisione di Enav, Enac e polizia una delle due piste di Malpensa è stata riaperta. L'operatività di Malpensa è ripresa normalmente, con la riapertura della seconda pista dello scalo alle 22.33. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa