Milano ricorda Fausto e Iaio

Domenica appuntamento in via Mancinelli,dove furono uccisi

(ANSA) - MILANO, 13 MAR - La targa in loro memoria è stata imbrattata con una svastica, ma Milano non dimentica Fausto e Iaio, i due diciottenni che frequentavano il centro sociale Leoncavallo e che furono uccisi a colpi di pistola il 18 marzo di quarant'anni fa in via Mancinelli. Qui, come ogni anno, nell' anniversario della morte si ritroveranno in tanti, dal primo pomeriggio, nell'appuntamento organizzato dall'associazione familiari e amici di Fausto e Iaio, che domenica assumerà ancora più valore, per la ricorrenza del quarantesimo dalla morte e per l'oltraggio appena subito, e già cancellato.
    Durante la giornata, organizzata in collaborazione col Municipio 3, in via Mancinelli sono attesti tra gli altri Ricky Gianco, il presidente di Anpi Milano Roberto Cenati e Francesco Baro Barilli, che presenterà il fumetto su Fausto e Iaio.La sera prima, al Leoncavallo, verrà presentato il libro 'L'assassinio di Fausto e Iaio' (RedStarPress) di Saverio Ferrari e Luigi Mariani.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa