Pensionata uccisa, arrestato vicino casa

Il delitto a Rho lo scorso agosto, anziana aveva gola tagliata

Un uomo di 53 anni è stato arrestato dai carabinieri per l'omicidio di Antonietta Migliorati, la pensionata di 73 anni uccisa lo scorso 17 agosto nella sua abitazione di Rho (Milano). L'uomo arrestato si chiama Renato Modugno, e ha precedenti per rapina e furto risalenti a metà degli anni '80. Secondo quanto accertato dagli investigatori il movente dell'omicidio sarebbe una rapina finita male: l'uomo infatti avrebbe aggredito Antonietta Migliorati nel salotto della sua abitazione, accoltellandola poi in bagno e infine portandole via la fede, un orologio d'oro, una collana e un solo orecchino dei due che indossava. E' stato inchiodato dal Dna trovato sul corpo della vittima, uccisa con 9 coltellate. L'arma del delitto non è mai stata ritrovata, così come la refurtiva. Modugno abita a Varese, ma per un lungo periodo è stato il vicino di casa della donna e continuava a frequentare il palazzo poiché l'ex moglie vive ancora al piano superiore della Migliorati. Modugno aveva chiesto un prestito di 3 mila e 100 euro in banca ma gli era stato negato a luglio, poche settimane prima dell'omicidio. In più occasioni, come risulta da intercettazioni, aveva manifestato la sua arroganza e il tono minaccioso ripetendo di essere armato e pronto a tutto perché non aveva "niente da perdere". Nel corso delle indagini è emerso che sarebbe coinvolto in un giro di spaccio che ha portato alla denuncia di altre persone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa