Barconi, proprietario: 'Uccisi i navigli'

'Hanno spaccato tutto: vetri, mobilio e suppellettili'

(ANSA) - MILANO, 3 GEN- "Hanno ucciso i navigli. Oggi rimangono a casa 10 persone, 240mila euro stimati di investimenti per i prossimi due anni, 70mila euro di costi di asportazione del barcone che non si sa chi pagherà, probabilmente non noi". Sono le prime parole di Riccardo Rossi, proprietario della pizzeria-barcone sui Navigli 'Frank Pummarola', la cui rimozione è iniziata questa mattina, insieme ad altre 4 dopo una vicenda a colpi di ricorsi con il Comune di Milano. "Da quando hanno costruito la Darsena: molti negozi e locali sono chiusi", ha continuato Rossi. La zona è stata transennata e circondata da Polizia Locale e forze dell'ordine in tenuta antisommossa: un impiego di forze immotivato, secondo il proprietario, che lamenta anche le modalità con cui gli addetti ai lavori stanno procedendo: "Hanno spaccato tutto: vetri, mobilio e suppellettili all'interno, sradicato il tetto", ha concluso Rossi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Onoranze Funebri Foglia

A Calcinate la nuova Casa del commiato dell’Onoranze funebri Foglia

Inaugurata la struttura di 900 mq, situata tra Bergamo e Brescia, che mette a disposizione quattro stanze dedicate al cordoglio del defunto e una cappella per riti religiosi e laici



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa