Chailly trova nuova versione A. Chenier

Dono dei De Sabata. Maestro,da mie riflessioni nuove prospettive

(ANSA) - MILANO, 28 DIC - Riccardo Chailly, che ha diretto l'Andrea Chénier di Umberto Giordana alla Scala per la prima del 7/12, ha trovato una versione alternativa dell'opera. Gli è infatti stato donato uno spartito dalla famiglia di Victor De Sabata, che fu direttore musicale del teatro Milano e grande esecutore e amico di Giordana, edito da Sonzogno nel 1896, anno della prima esecuzione. Chailly ha evidenziato le differenze dalla versione in uso in un'intervista al mensile Classic Voice.
    Tra le varianti poi soppresse, il finale dell'opera senza il retorico grido finale dei protagonisti; 40 battute del monologo di Gérard, che per la prima volta mettono a fuoco il carattere del baritono protagonista; transizioni sinfoniche d'impronta "wagneriana". "Sono felice di aver scoperto e seguito questa traccia - commenta il maestro - e mi auguro che le mie riflessioni possano offrire nuove prospettive a chi vorrà eseguire l'opera e gli altri titoli della Giovane Scuola senza la presunzione di conoscerli già fino in fondo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa