Lavoro: sfruttavano profughi, 2 arresti

Reclutavano immigrati in difficoltà, paga di 3,50 euro l'ora

(ANSA) - BRESCIA, 6 DIC - I carabinieri di Carpenedolo e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brescia hanno arrestato un imprenditore 56enne italiano e di 42enne pachistano, ritenuti responsabili di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Durante i controlli ad una delle strutture di accoglienza, alcuni richiedenti asilo avevano dichiarato di lavorare presso aziende varie della bassa Bresciana. I militari hanno effettuato controlli presso le aziende indicate e in una di queste hanno notato tre persone dileguarsi sul retro. Le irregolarità amministrative riscontrate nel corso dell'ispezione e le risposte elusive rese dal titolare, hanno dato il via ad una serie di ulteriori verifiche che hanno fatto emergere una situazione di sfruttamento e caporalato aggravato.
    Il pachistano reclutava la manovalanza tra extracomunitari in difficoltà e il titolare della ditta offriva loro un'occupazione per la quale - non sempre - pagava circa 3.50 euro all'ora.
    Massacranti i turni di lavoro: 10 ore giornaliere per 6 giorni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Anna Altomare - Blue Eye

Alla clinica Blue Eye la chirurgia oculistica in 3D

A spiegarci i vantaggi di questa tecnologia che rivoluziona gli interventi sulla retina e sulla cataratta è Anna Altomare del Centro di microchirurgia e diagnostica oculare di Vimercate



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa