Violenza donne, panchine rosse a Bergamo

In giardini e parchi pubblici, 'monito tutti i giorni'

(ANSA) - MILANO, 25 NOV - Dieci panchine rosse in altrettanti giardini e luoghi pubblici della città contro la violenza sulle donne: le ha inaugurate oggi, in occasione del 25 novembre, il Comune di Bergamo, con il Consiglio delle Donne e l'associazione Donne 3.0. Le panchine sono "pensate - ha commentato il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori - perché possano essere monito ogni giorno contro la violenza sulle donne, non solo il 25 novembre".
    Le panchine sono state tinteggiate di rosso dai richiedenti asilo che partecipano al progetto del Comune di Bergamo e Cooperativa Ruah "Io non sto in panchina", iniziativa di volontariato che ha permesso di rimettere a nuovo oltre 1000 panchine in città nel 2017. "Pensiamo di intitolare le panchine a donne vittime di violenza - spiega l'Assessore Maria Carolina Marchesi - la prima potrebbe essere quella di piazza sant'Anna, che vorremmo dedicare a Yara Gambirasio".
    Nella provincia di Bergamo sono state 474 le donne che si sono rivolte ai centri antiviolenza nel 2017.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

null

Più valore agli edifici: alla Duesse Coperture un convegno sulla riqualificazione condominiale

Il 23 novembre, alle 15.30, presso la sede dell'azienda di Ponte Nossa, in provincia di Bergamo: dalla nuova Direttiva europea del 2018 alla riqualificazione integrata degli edifici con cessione del credito


Dott. Edoardo Franzini

Al Centro di Radiologia e Fisioterapia di Bergamo l’implantologia è guidata al computer

Addio al bisturi e niente tagli: Edoardo Franzini, chirurgo del Polo odontoiatrico: «un protocollo sicuro e complementare alla chirurgia a mano libera tradizionale che consente una condivisione anticipata dei risultati».


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa