Iva non dovuta, condanna Agenzia Entrate

Legale azienda vincitrice, sentenza storica dopo undici anni

(ANSA) - MILANO, 2 MAR - L'Agenzia delle Entrate è stata condannata dal giudice di Milano a pagare a una società farmaceutica oltre un milione, più gli interessi e le spese processuali, per aver indebitamente percepito l'Iva sulla cessione gratuita di apparecchiature mediche a varie aziende ospedaliere. Il giudice, nella sentenza, giunta dopo undici anni e cinque gradi di giudizio, sottolinea che "i rapporti tra contribuente e amministrazione finanziaria devono essere improntati al principio di collaborazione e della buona fede" e spiega che già nell'ottobre del 2004 l'Agenzia era "consapevole di aver introitato somme non dovute" mentre non era "derivata alcuna restituzione" alla società. "Si tratta di una sentenza storica - commenta l'avvocato Francesco Luigi De Luca che ha difeso l'azienda con Federico Pau -: un giudice ha ritenuto l'Agenzia delle Entrate responsabile dei danni extracontrattuali causati con il proprio comportamento, nella specie, per errata risposta ad un interpello, nei confronti di un'impresa".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa