Capo Mobile Milano promosso questore

Figlio di Boris, ucciso dalla mafia a Palermo nel 1979

(ANSA) - MILANO, 23 MAR - E' stato promosso a questore Alessandro Giuliano, attuale capo della Squadra mobile di Milano. E' stato deciso oggi durante il Consiglio di amministrazione per il personale della Polizia di Stato. Giuliano, figlio di Boris, il commissario ucciso dalla mafia nel '79, è giunto a Milano come capo della Mobile nell'estate del 2009 e, in precedenza, aveva rivestito lo stesso incarico a Padova, Venezia, ed ha prestato servizio anche a Roma e Napoli. Si è occupato, tra le altre cose, delle indagini sul serial killer Michele Profeta e a Venezia di quelle sulla mala del Brenta.

Giuliano è stato nominato dirigente superiore, ovvero questore, con altri funzionari al termine della seduta di oggi del consiglio d'amministrazione per il personale della polizia di Stato. Giuliano ha cominciato la sua carriera in Polizia negli anni '90 in servizio alla Squadra volante di Milano. Nel 2015 il funzionario ha ricevuto l'Ambrogino d'oro, la massima benemerenza riconosciuta dal Comune di Milano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa