Omicidio architetto comasco, 2 arresti

Alfio Vittorio Molteni venne ucciso sotto casa nell'ottobre 2015

(ANSA) - COMO, 21 MAR - I carabinieri di Como stanno eseguendo due ordinanze di custodia cautelare in carcere per l'omicidio dell'architetto Alfio Vittorio Molteni, assassinato sotto casa nell'ottobre 2015. Quando e' stato ucciso, Molteni stava uscendo dalla casa in cui vive da qualche mese per andare a prendere il figlio alla stazione. E' stato in quel momento che i killer, appostati nel giardinetto del condominio, gli hanno sparato due colpi allegambe e alla schiena, il secondo letale.
    Molto probabilmente il loro intento non era quello di uccidere il professionista ma di ferirlo, di mandargli un ulteriore e ancor piu' pesante avvertimento dopo il rogo dell'auto e l'esplosione di colpi di pistola dei mesi precedenti. Per quale motivo, ancora non lo si sa. Carabinieri e Procura stanno scavando nei rapporti di lavoro della vittima, la cui attivita' di architetto e designer di interni si svolgeva anche negli Emirati Arabi.
    

Mandanti e movente non si conoscono ancora, ma a cinque mesi dall'omicidio dell'architetto Alfio Vittorio Molteni, 58 anni, ucciso da un colpo di pistola sotto casa a Carugo (Como), la Procura e i carabinieri di Como hanno dato un nome a uno dei presunti autori materiali dell'agguato. L'accusa è contestata a Michele Crisopulli, 45 anni, residente a Cesano Maderno (Monza Brianza), arrestato la notte scorsa su ordinanza di custodia cautelare per omicidio aggravato, porto d'arma, rapina aggravata, oltre che per detenzione e spaccio di droga e incendio. In carcere, per droga e incendio, è finito anche Stefano Posca, 27 anni, di Cesano Maderno, che avrebbe aiutato Crisopulli a disfarsi dell'auto della vittima, usata per la fuga e bruciata dopo l'omicidio. I carabinieri di Como e del Ros di Roma hanno ricostruito il quadro probatorio attraverso testimonianze, intercettazioni ma soprattutto tramite l'esame di 3.800 ore di filmati di 154 telecamere pubbliche e private in 11 Comuni della zona e di controlli su milioni di record telefonici. A Crisopulli viene contestato di avere commissionato il furto dell'auto usata per arrivare sul luogo del delitto, di essere presente nella cella telefonica di Carugo al momento dell'agguato e di essersi allontanato con la sua auto, sulla quale sono state trovate tracce di polvere da sparo. Inoltre Crisopulli avrebbe seguito l'auto rapinata alla vittima, condotta da un complice non identificato, e l'avrebbe bruciata a Paderno Dugnano, dove è stato rilevato il segnale del suo cellulare. La svolta dell'indagine la si è avuta nel dicembre scorso, quando furono arrestati gli autori del furto della Fiat Uno ritrovata a Carugo e usata dagli assassini per arrivare sul luogo del delitto. Furono loro a indicare in Crisopulli colui che aveva ordinato il furto. Gli interrogativi restano molti, tanto che il procuratore Nicola Piacente e il pm Pasquale Addesso hanno parlato di "tappa importante" dell'indagine ma non certo di una sua conclusione: restano infatti da identificare il complice o i complici che hanno preso parte all'agguato, il mandante o i mandanti del delitto e soprattutto il movente, che secondo gli inquirenti "non sarebbe legato alla droga", ambito di attività di Crisopulli. Molteni era stato ucciso dopo essere stato vittima di atti intimidatori, contro la casa e il suo studio professionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Damiano Marzocchini

Acque reflue, quando lo smaltimento è a norma di legge

I sistemi completi formati da stazioni di sollevamento, pompe, quadri elettrici e valvole della Orma Sas di Grassobbio, in provincia di Bergamo, sono la soluzione ideale per il corretto smaltimento dei liquami in ambito civile e industriale


Gianandrea Bonometti - Clinica Veterinaria S.Polo

«Puppy class»: alla Clinica Veterinaria San Polo di Brescia la scuola dei cani

Incontri di socializzazioni tra cuccioli tra i 2 e 5 mesi di vita durante i quali i proprietari imparano le basi dell’educazione e della comunicazione tra cani


Matteo Senatore - Da Giovanni

«Da Giovanni» alla riscoperta dei sapori del Mar Mediterraneo

Da 40 anni pizza e pesce fresco tutti i giorni hanno reso il ristorante di Gorlago, in provincia di Bergamo, un «must» per chi cerca sapori di mare autentici e una cucina di qualità e tradizione


Gregorio Zanni - La bottega del fiore

La Bottega del Fiore: composizioni floreali pronte in giornata

Passione, esperienza e tempestività nel negozio di fiori e piante di Solto Collina, in provincia di Bergamo, specializzato in servizi per ogni esigenza e in addobbi personalizzati per funerali, matrimoni e cerimonie


Mauro Locatelli - fotografo

Foto Mauro, la fotografia «Newborn» per accompagnare la nascita di un figlio

Scattare fotografie ai neonati nei primi quindici giorni di vita è la nuova tendenza del momento come spiega Mauro Locatelli, fotografo di Bergamo specializzato in vari ambiti della fotografia, dai matrimoni ai ritratti fino alla «Newborn Photography»


Marco Dolce - Assaporito

Assaporito fa il bis: in arrivo un nuovo negozio a Verona

Nella città veneta aprirà il punto vendita che unisce gastronomia e caffetteria e pizza, specializzato in prodotti tipici «made in Sud» ed eccellenze della Campania, dalla mozzarella di bufala al pane di San Sebastiano


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa