Bergamasco Moro raggiunge Nanga Parbat

Scalatore italiano è il primo a conquistare vetta in inverno

(ANSA) - BERGAMO, 26 FEB - Il bergamasco Simone Moro ha raggiunto oggi la cima del Nanga Parbat, 8.125 metri, in Pakistan, firmando la prima salita nella stagione invernale. Con lui c'erano anche lo spagnolo Alex Txicon e il pakistano Alì Sadpara. La bolzanina Tamata Lunger si è fermato poco sotto la cima. Lo ha confermato dal campo base la moglie di Txicon. Sono saliti lungo la via Kinshofer, sul versante Diamir. La cordata è partita la notte scorsa da campo 4, a 7.200 metri, ed è arrivata in vetta alle 11.37 (15.37 locali). Moro entra quindi nella storia dell'alpinismo. L'impresa non era mai riuscita a nessuno.
    Ci avevano provato una trentina di spedizioni a partire dagli anni Ottanta, ma tutte avevano dovuto rinunciare. Moro invece no. A metà mattina sembrava che la scalata non fosse riuscita a causa di un segnale sbagliato del Gps. La mappa fornita dallo strumento infatti non era corretta, con la vetta spostata di 200 metri a Sud rispetto alla posizione giusta della cima del Nanga Parbat.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Mauro D'Adda - Impresa funebre D'Adda

Musica per il funerale: collaborazione tra l’Impresa Funebre D’Adda e il maestro Paolo Oreni

L’impresa di Treviglio guidata da Mauro D’Adda può contare sul talento dell’organista di fama internazionale per valorizzare l’accompagnamento della cerimonia religiosa


Dott. Mario Mariotti - Studio Mariotti

Allo Studio Mariotti la cellulite si cura con la carbossiterapia

Mario Mariotti, direttore scientifico dello studio di Cremona, è stato tra i primi a utilizzare questa tecnica non invasiva che utilizza l'anidride carbonica per combattere gli inestetismi cutanei


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa