Yara, perché madre Bossetti in silenzio

Legale, lo ha fatto per tutelare suo ruolo di donna e madre

(ANSA) - MILANO, 25 FEB - La madre di Massimo Bossetti, Ester Arzuffi, nell'udienza di ieri, si è avvalsa della facoltà di non rispondere riservata ai congiunti dell'imputato per "tutelare il proprio ruolo di donna, di madre e di moglie". A spiegare la scelta della madre dell'unico imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio è il legale che assiste la famiglia Bossetti, Benedetto Maria Bonomo. Oltre a questo, la decisione è stata anche determinata dalla circostanza che "la signora Arzuffi non avrebbe potuto riferire cose utili riguardo il fatto reato" che è oggetto del dibattimento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

C.R.M. Utensili speciali

CRM Utensili Speciali raddoppia la sede

Un investimento di oltre 1500 mq per ottimizzare la capacità produttiva dell'azienda di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, specializzata nella progettazione e produzione di utensili speciali a profilo per torni plurimandrino


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa