Ricerca italiana, cellule killer cancro

Presentata a Washington dal San Raffaele, per stampa Gb è svolta

(ANSA) - LONDRA, 16 FEB - Un contributo della ricerca italiana nella scoperta di una terapia immuno-cellulare potrebbe rappresentare una svolta contro il ritorno del tumore. Lo studio presentato a Washington da tre ricercatori nel corso dell'incontro annuale dell'American Association for the Advancement of Science (AAAS), per la promozione della scienza e' stato riportato con grande evidenza su diversi giornali britannici. Il Times gli dedica l'apertura della prima pagina e sottolinea il ruolo cruciale di un team del San Raffaele di Milano, citando l'ematologa Chiara Bonini. Secondo il giornale dietro questo studio s'intravvede una svolta che anche alcuni "veterani nella lotta contro il cancro" giudicano "rivoluzionaria". Si tratta di produrre "cellule killer T geneticamente elaborate": una sorta di arma artificialmente prodotta dal sistema immunitario , in grado di "convivere con qualsiasi cancro nel sistema sanguigno" e contrastarlo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa