Centro sociale occupa casa massacro

Vi furono uccisi dal nipote i coniugi Donegani nel 2005

(ANSA) - MILANO, 13 FEB - Il centro sociale di Brescia Magazzino 47 ha occupato per protesta la villetta dove nel 2005 vennero uccisi i coniugi Aldo e Luisa Donegani che furono poi fatti a pezzi e i loro resti disseminati per la Val Camonica.
    L'abitazione, una bifamiliare su due piani, è ormai disabitata da undici anni. Per il duplici omicidio è stato condannato il nipote di Aldo Donegani, Guglielmo Gatti. La protesta del centro sociale ha come obiettivo quello di dare una casa ad una famiglia con tre bambini.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Andrea Spagnolo - Il Centro movimento e benessere

My Wellness, quando la palestra è 2.0

Al Centro Movimento e Benessere di Darfo Boario Terme, un’app gratuita per controllare la propria scheda di allenamento, ripassare gli esercizi, condividere sui social i risultatie sfidare altri utenti


C.R.M. Utensili speciali

CRM Utensili Speciali raddoppia la sede

Un investimento di oltre 1500 mq per ottimizzare la capacità produttiva dell'azienda di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, specializzata nella progettazione e produzione di utensili speciali a profilo per torni plurimandrino


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa