Restauro basilica è percorso turistico

Accade a Genova nella chiesa di Santa Maria delle Vigne

(ANSA) - GENOVA, 5 LUG - Trasformare il cantiere di un restauro in luogo culturale, permettendo a turisti e cittadini di poter visitare una delle chiese più affascinanti di Genova da punti di vista inediti che, una volta terminati i lavori, non saranno più accessibili. Il ricavato delle visite sarà investito in attività di solidarietà. Accade alla basilica di Santa Maria delle Vigne, nel cuore antico della città, dove da settembre verrà inaugurato un nuovo percorso di visita, curato dalla società Kalata che si occupa del restauro. Il restauro interesserà l'interno e il campanile. "L'intervento riguarderà il consolidamento del campanile - spiega Carla Arcolao, responsabile per la soprintendenza - e del castello delle campane. Abbiamo un finanziamento di circa 800 mila euro su Vigne e San Siro e privilegeremo proprio i due campanili". "La compagnia di San Paolo ha investito oltre un milione di euro nel restauro" spiega Roberto Timossi, della Compagnia di San Paolo.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere