Camicie nere su lapide Forze Armate

Dedicata a vittime II Guerra Mondiale, è polemica

 Una lapide in memoria di tutti i caduti delle Forze Armate durante la Seconda Guerra Mondiale sulla quale, tra Alpini e Carabinieri, sono comparse anche le Camicie Nere. Accade a Savona, dove la lapide è stata presentata sabato mattina all'interno del cimitero cittadino. Quella lapide, con un'altra che elenca i vari teatri di guerra, è stata voluta dall'Opera Nazionale Caduti Senza Croce per integrare un piccolo complesso monumentale già esistente e dedicato alla memoria dei militari caduti o dispersi le cui spoglie non sono mai rientrate in Italia. La cerimonia di scopertura si è tenuta sabato mattina alla presenza delle autorità, tra cui il prefetto Antonio Cananà e il sindaco Ilaria Caprioglio. L'inclusione nell'elenco delle Camicie Nere ha scatenato la reazione del mondo antifascista e delle forze politiche di centrosinistra. Il Pd ha annunciato un'interpellanza per capire chi ha stilato l'elenco e chiedere la rimozione delle Camicie Nere. Intanto qualcuno ha già provveduto coprendo la scritta.

"Non ero al corrente del fatto che nella lapide fossero state incluse le camicie nere". Lo ha detto il sindaco di Savona Caprioglio commentando l'apposizione della lapide ai caduti delle Forze Armate nell'elenco delle quali sono ricomprese le camicie nere fasciste. "Al Comune - ha detto Caprioglio - è arrivata una richiesta di apporre due lapidi, richieste nelle quali ci si limitava a dire che una avrebbe riportato l'elenco dei teatri di guerra e l'altra l'elenco delle forze armate senza altri dettagli. Ho scoperto che erano incluse le camicie nere sabato mattina quando abbiamo scoperto la lapide".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere