Dagli oblò del Rex alle maniglie con diamanti per superyacht

Razeto & Casareto, si avvicina ai 100 anni di storia

(ANSA) - GENOVA, 2 GIU - La storia di famiglia tramanda che i comandanti dei transatlantici a fine traversata vendessero come souvenir le chiavi delle cabine, a testa triangolare, realizzate dalla Razeto & Casareto. Quasi cent'anni di vita, le stesse due famiglie alla guida, l'azienda di Sori (Genova) che progetta e produce complementi e accessori per le costruzioni navali nata nel 1920, realizzò finestrini e oblò per il mitico "Rex" e per gli ultimi transatlantici come Michelangelo e Raffaello.
    Oggi la produzione è concentrata sulle navi da crociera e gli yacht più lussuosi e riguarda serrature e accessori per porte tagliafuoco e porte delle cabine, e le maniglie, trasformate in elementi di design personalizzati e preziosi. Un esempio per tutti la "Tribute to Doha", realizzata con polvere di diamanti e titanio, tempestata di diamanti, realizzata nel 2015 in collaborazione con alcuni orafi vicentini, o il tributo alla Sicilia, dipinta a mano dai maestri pupari con la stessa tecnica usata per i carretti siciliani. E ancora, maniglie antishock morbide, colorate, profumate, scolpite, supertecniche e di lusso, che si illuminano e diventano pure elemento di sicurezza.
    "Eravamo forti e conosciuti per le la parte tecnica a bordo, le serrature, che devono tenere conto di oscillazioni e caratteristiche nautiche per funzionare su una barca, delle vibrazioni e del moto ondoso. Quando in azienda è arrivato mio fratello Giangi, proveniente da un percorso diverso, abbiamo pensato che cosa potevamo offrire per trasformarci e stare al passo con i tempi seguendo anche esigenze estetiche e personalizzazione, ed è nato il filone del design" spiega Andrea Razeto, A.d. di Razeto & Casareto. Tecnica e design, con quaranta addetti e un fatturato di circa 4 milioni, l'azienda è tornata a crescere a due cifre nel 2014, passati i colpi degli anni della crisi. L'azienda lavora per metà sugli yacht (dove l'export rappresenta il 75-80% ) e l'altra metà sul navale, soprattutto navi da crociera. Il futuro è continuare a crescere. "Alla fiera di Amburgo presenteremo un progetto che verte sulla sicurezza per il settore navale - anticipa Razeto - e alla prossima edizione del Salone Nautico a Genova per i superyacht". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere